Cancello carrabile: meglio a battente o scorrevole

Quando si sta preventivando l’installazione di un cancello, il dilemma più frequente che precede la scelta è sempre lo stesso: meglio affidarsi ad un cancello carrabile a battente, oppure è più opportuno preferire i cancelli scorrevoli? Esaminiamo rapidamente pro e contro di ambedue le tipologie.

Il cancello battente può presentarsi a doppia oppure a singola anta, la sua dinamica di apertura è tale che le ante ruotano intorno a dei perni laterali, aprendosi così verso l’interno oppure verso l’esterno a seconda del modello prescelto. Rappresentano una soluzione sicura ed affidabile dal punto di vista tecnologico, con una buona fluidità di movimento. In commercio ne esistono poi di versioni particolarmente silenziose, per cui il meccanismo di apertura non andrà a provocare particolare trambusto o disturbo al vicinato.

Se si vuole trovare un punto debole a tale soluzione, la sua pecca può essere principalmente l’estetica. La struttura portante, con i perni attorno ai quali dovrà ruotare il cancello battente, non sempre garantisce un gradevole impatto visivo. I cancelli scorrevoli di contro, sono caratterizzati da un’unica anta che scorre su di una guida installata per terra, aprendosi verso destra oppure sinistra a seconda delle differenti esigenze.

La sicurezza e l’affidabilità sono identiche, se non maggiori, di quelle offerte dai cancelli battenti. Inoltre, dal momento che le guide vengono installate per terra risultano praticamente invisibili, e non procurano alcun disturbo dal punto di vista estetico. Quale tra le due soluzioni risulta dunque essere la migliore? Non sempre è facile rispondere a prescindere a tale domanda, anche perché la scelta sovente è influenzata dalle diverse esigenze dei singoli utenti.
Tuttavia i cancelli scorrevoli, a parità di esigenze, tendono a farsi preferire per la maggior semplicità del loro meccanismo di automazione: pignone e cremagliera, che governano tale meccanismo, sono organi meccanici estremamente semplici, e la loro manutenzione è facile da curare, nonché meno costosa rispetto a quella dell’automazione a battente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *